Toscana Slow 2020 (dal 25/9 al 27/9)

Alla Scoperta di Bolgheri, la Maremma, la Laguna di Orbetello e la zona delle Necropoli etrusche

Causa Covid-19 il viaggio programmato in Toscana della scorsa primavera non siamo riusciti a farlo. Abbiamo pensato di farlo ugualmente in sicurezza rispettando le disposizioni anti Covid-19. Non andremo più in pullman ma in auto proprie. Per rispettare le norme imposte dal covid-19 e facilitare il distanziamento abbiamo ridotto il numero dei partecipanti che non deve superare le 15 persone

CONDIZIONI  Toscana Slow 2020
Viaggio  con  auto propria
Quota per persona in camera doppia                         €   250,00
Quota per persona in camera singola                        €   280,00
Dalla quota sono esclusi lo spettacolo dei butteri, i panini e il nolleggio delle biciclette.

Info e Prenotazioni: Mauro Zanarini:  335 375212 / maurozanarini@gmail.com
Pagamento: a chi avrà prenotato verranno inviate successivamente le modalità di pagamento

Di seguito il programma e se interessati vi preghiamo di prenotare con urgenza, visti i pochi posti disponibili, perché entro lunedì 14 dobbiamo dare conferma agli alberghi
Alcuni costi sono ancora in corso di definizione e potranno subire qualche modifica, sicuramente in meglio

Partecipate, dopo un periodo di restrizione sarà un viaggio molto interessante, con gli amici giusti, il giusto cibo (salumi, formaggi, pesce e grande cucina locale), il vino e paesaggi mozzafiato che sicuramente ricorderete. Come sempre un viaggio dal giusto costo visto tutte le attività che faremo. Poi chi c’è…c’è !!!

Venerdì 25  settembre  2020 

Ore 6,30   ritrovo puntuali in Piazza Natalina Vacchi e partenza da Ravenna con auto proprie

Ore 10,00 Arrivo a Donoratico e visita alla Tenuta Argentiera www.argentiera.eu . Accoglienza all’ Enoteca situata all interno della Tenuta. A seguire la visita della cantina. Ritorno all’ Enoteca con degustazione di tre vini accompagnati da schiaccia tipica toscana

Causa covid la visita sarà fatta su due turni a seconda delle persone per un massimo di 1 ora e mezza
1° turno ore 10,00  Suggerisco che al termine della visita questo gruppo può andare a Bolgheri
2° turno ore 12,00  Idem a questo gruppo prima della degustazione suggerisco una iniziativa

Questa tenuta creata nel 1999 è una delle più belle aziende della costa, caratterizzata da un panorama splendido; da qui si possono scorgere tutte le isole dell’arcipelago toscano. Nella denominazione Bolgheri è l’azienda più vicina alla costa e quella che raggiunge la massima altitudine con i suoi 200 mt. Anche se molto territoriali i vini sono di stile moderno.

Ore 13,45  partenza per Bolgheri e ci arriveremo percorrendo il famoso Viale dei Cipressi, un dritto viale costeggiato da alti cipressi secolari, lungo quasi 5 km che dalla via Aurelia ci porterà proprio di fronte al borgo. Questa strada, davvero particolare e suggestiva, è celebrata da uno dei principali poeti italiani dell’Ottocento, Giosuè Carducci. In “Davanti a San Guido” il Carducci ricorda infatti luoghi della sua infanzia ed in particolare proprio i grandi alberi del viale in questi versi: “I cipressi che a Bólgheri alti e schietti Van da San Guido in duplice filar, Quasi in corsa giganti giovinetti Mi balzarono incontro e mi guardar“. Passeggiata per Bolgheri che ci conquisterà con il suo centro raccolto, le caratteristiche case in pietra e mattoni, le botteghe ricche di prodotti enogastronomici, i ristorantini ed i bar-enoteche. La visita del borgo in sè e per sè non ci prenderà molto tempo, ma consiglio di godercela in tutta calma, perfetta per una passeggiata rilassante.

Ore 15,30   partenza per Alberese

Ore 17,00  arrivo all’ Agriturismo Giuncola & Granaiolo www.giuncola.it   situata nel Parco dell’Uccellina nel cuore della Maremma Toscana che ci farà riassaporare gusti e profumi persi nel tempo. Prenderemo possesso delle camere.

Ore 18,00 aperitivo con prodotti maremmani poi uno spettacolo unico al mondo (da decidere, costo €. 600 da dividere tra i partecipanti-consiglio di inserirlo): l’azienda ospita da anni la rievocazione della più vera e genuina tradizione maremmana, con gli uomini che hanno contribuito a creare il mito di questa terra: i Butteri. In sella ai loro meravigliosi cavalli, vi sapranno coinvolgere in un carosello di emozioni.

Ore 20,30 cena tradizionale maremmana: tanto perchè tutti i nostri sensi siano appagati. Lo Chef Pietro Urru ci accompagnerà nella presentazione di piatti e prodotti tipici del territorio.

Menù:
Antipasti: affettati misti toscani /bruschette miste maremmane /formaggi toscani con miele e marmellate
Primi : pappa al pomodoro con cipollotti / pici al ragù maremmano
Secondo: peposo di maremma con contorno
Dolce: torta di ricotta fresca
Vino : Morellino di Scansano

Sabato 26  settembre 2020

Ore 9,00         partenza per visita al Parco Naturale della Maremma ad Alberese www.parco-maremma.it  Il Parco è stato il primo della Regione Toscana ed è una delle mete più interessanti della provincia grossetana. Al suo interno si trovano alcune aree di costa fra le più belle e intatte del litorale maremmano. Il parco della Maremma è un territorio ricco di ecosistemi dove ambienti naturali e selvaggi si intrecciano con paesaggi in cui si legge l’attività e la presenza dell’uomo sin dai tempi remoti, in un equilibrio dinamico attento alla conservazione della sua grande biodiversità. L’agriturismo Giuncola & Granaiolo ci preparerà dei panini (facoltativo) che mangeremo a Pic Nic ben rilassati all’interno del parco sulla spiaggia.

Marina di Alberese una spiaggia incontaminata la più conosciuta del Parco Naturale della Maremma. Il paesaggio di Marina di Alberese è caratterizzato dai bianchi tronchi adagiati sulla sabbia, levigati dal vento e dal mare, che con i loro profili nodosi e contorti creano uno scenario emozionante. Il mare è di un azzurro cristallino e allontanandosi dall’accesso alla spiaggia, si potrà godere della quiete ideale per sentirsi parte dello spettacolo che la natura, in questa spiaggia tra le più belle della Maremma, mette in scena.
La Spiaggia di Collelungo è situata qualche km più a sud rispetto a Marina di Alberese, nel tratto costiero dominato dalla Torre di Collelungo, da cui appunto prende il nome. Siamo in pieno Parco Naturale della Maremma. La spiaggia è meravigliosa, ampia e selvaggia. Circondata da dune di sabbia con la caratteristica vegetazione maremmana, è semideserta anche in piena estate. Il mare è trasparente. Può capitare di avvistare qualche volpe o trovare piccole mandrie sdraiate al sole. Luogo ideale per gli amanti della natura, del silenzio e della tranquillità.

Assistiti da una guida in una ciclabile incantevole ad anello sono programmati due percorsi a seconda dell’allenamento dei partecipanti.
Percorso 1 per i più allenati , 25 km pianura e salita (leggera). Partenza dal Centro visite del Parco, Marina di Alberese, poi Collelungo, Marina di Alberese e ritorno ad Alberese.
Percorso 2 per i meno allenati, 16 km solo pianura. Partenza da Marina di Alberese, Collelungo e ritorno. Entrambi percorsi Slow per chi ama le due ruote e la vita all’aria aperta da farsi in ore 4,30 con piccole soste in completo relax….una sciocchezza per noi ciclisti romagnoli. Disponibili a nolleggio due tipi di biciclette: normali €. 8,00 / e-bike €. 15,00 circa.
Entrata al parco e guida compresi, biciclette costo extra.

Ore 14,30      Partenza per Orbetello

Ore 16,00       Arrivo ad Orbetello all’ Hotel Relais I Presidi*** nel centro di Orbetello https://www.parkhotelresidence.com/    Assegnazione camere

Ore 17,30  giro serale in una apposita imbarcazione che ci permette di esplorare la laguna di Orbetello fino ai lavorieri, il punto di incontro tra acque marine e lagunari dove si catturano i cefali. Aperitivo e parte di Antipasto (freddo) servito in battello.

Ore 20,00  cena al “Ristorante I Pescatori”, una veranda sulla Laguna, che nasce dalla volontà di dare una connotazione precisa alla degustazione dei prodotti ittici lagunari, inizialmente creato sotto forma di circolo creativo si evolve in un vero e proprio ristorante che mantiene tutte le prerogative di una ristorazione legata alla tradizione orbetellana, basate sempre sul prodotto pescato fresco. Luogo che ci permette all’ora di cena di godere di magnifici tramonti mentre si gustano le bontà di questo ristorante gestito da una cooperativa pescatori che così prepara il proprio pescato sempre freschissimo e diverso.

Menù:
Antipasto caldo
Strozzapreti al ragù di spigola
Gnocchi orata e pomodori pachino (2 mezze porzioni)
Filetto di pesce alla griglia (orata o spigola secondo pescato) con insalata verde e patate fritte
Dessert: semifreddo
Acqua, vino locale, caffè

Domenica 27 settembre  2020

Ore 9,30         visita alla cooperativa La Peschereccia che riunisce 58 pescatori che possiedono un laboratorio per la lavorazione,  gestiscono uno spaccio e un mercato del pesce dove ci spiegheranno tutto sulla loro attività. Nella cornice di una ottocentesca scuderia, completamente restaurata, lambita dalla laguna, i pescatori orbetellani all’ora del pranzo ci porteranno in tavola le più gustose pietanze a base del pesce appena pescato nelle acque lagunari.

Ore 11,00    partenza per Pitigliano con arrivo verso le 12,30

Ore 13,00  Pranzo presso l’ Hostaria del Ceccottino presente nella guida delle Osterie d’Italia Slow Food con la BTG., superba la carta dei vini.

Situata nel cuore del centro storico di Pitigliano Alessandro e i suoi collaboratori si metteranno a nostra disposizione per farci gustare i piatti tipici della Maremma.
Menù:
Antipasto misto con prodotti del territorio
Tagliatelle al ragù bianco d’anatra
Buglione d’ agnello con patate,  piatto tipico di Pitigliano
Mousse di ricotta di Sorano
Sfratto pitiglianese per chiudere nel solco della tradizione
Bianco di Pitigliano DOC
Morellino DOCG

Al termine del pranzo visita del borgo con guida a nostra disposizione. Il paese si presenta in uno scenario da fiaba, ergendosi sul crinale di un promontorio di suggestiva e selvaggia bellezza, delimitato da valli verdissime. Le alte pareti di tufo, aperte da mille caverne e case-torri, esaltano le qualità di un’urbanistica tipicamente medievale. La forma stessa del paese, disegnata dalle case costruite sopra un tamburo di tufo in verticale sullo strapiombo, rendono quasi superflua la cinta delle mura. Per chi la visiti è facile ammirare la magia e il fascino di Pitigliano passeggiando tra gli antichi vicoli e, soprattutto, visitando il famoso ghetto ebraico. Lo splendido borgo è infatti passato alla storia come la Piccola Gerusalemme”  La ricchezza del passato di Pitigliano riverbera anche nella rigogliosa produzione vinicola. Le vigne di questa zona infatti, fertilizzate dal tufo vulcanico e da un humus vecchio di millenni, producono uno dei più pregiati vini bianchi italiani: il Bianco di Pitigliano – fra i primi a fregiarsi della denominazione DOC. Faremo una visita veloce ad una  enoteca e, per chi vorrà, d’obbligo l’assaggio fuori programma di un Bianco di Pitigliano: un vino Doc che si ottiene con uve Trebbiano Toscano, Malvasia bianca toscana e/o Greco e/o Verdello e dai vitigni Grechetto, Chardonnay, Sauvignon, Pinot bianco, Riesling italico ed eventualmente da altri vitigni locali a bacca bianca. Consigliata Enoteca Angiolina Piazza della Repubblica.per acquisti e degustazione.

Ore 17,30  Partenza e rientro a Ravenna.

Ore 22,00  Arrivo a Ravenna.

Mauro Zanarini

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.