Pietrasanta

Versilia Slow (15-16-17/10)

Alla Scoperta delle Alpi Apuane, della Versilia e della Lucchesia

Dopo tutti questi mesi di restrizione finalmente, con l’aiuto del vaccino, ritorneremo ad un viaggio in libertà. Un viaggio molto interessante, in una zona poco conosciuta ma di grande fascino, con gli amici giusti, il giusto cibo, il vino e paesaggi mozzafiato che sicuramente ricorderete. Come sempre un viaggio dal giusto costo visto tutte le attività che faremo. Poi chi c’è…c’è !!!

La Versilia è innanzitutto sinonimo di clima mite e sabbia fine, un lungo e largo tratto di costa che comincia dal fiume del Cinquale, a nord di Forte dei Marmi, e arriva fino a Viareggio e a Torre del Lago Puccini. Località balneari frequentate sin dai primi del novecento da un turismo d’élite e tuttora da VIP e personaggi dello spettacolo che vanno al mare per fare vita mondana. Ma la Versilia è anche la principale porta d’accesso alle Alpi Apuane, alla Garfagnana e alla Lunigiana, e dalla costa le sue strade salgono tortuose fino a piccoli paesi, sentieri e località affascinanti in mezzo alle montagne; tra questi Camaiore e Pietrasanta, universalmente note per i loro panorami legati alle cave e alla lavorazione del marmo.

CONDIZIONI Versilia Slow 2021

Viaggio con auto propria

Obbligatorio il Green Pass

Quota per persona in camera doppia € 320,00

Supplemento camera singola (due notti) € 35,00

Per i non soci ci sarà un supplemento di €. 25,00 (quota associativa annuale di Slow Food) che darà diritto ad associarsi e, al nuovo socio, di partecipare al viaggio alle condizioni dei soci di Slow

Le prenotazioni vanno fatte solo a Mauro Zanarini. Il versamento del saldo va fatto tramite bonifico bancario intestato a Maria Angela Ceccarelli Slow Food Ravenna.

BANCA POPOLARE DELL’EMILIA ROMAGNA AG. N. 5
VIA DELLA LIRICA, 19 – RAVENNA
Filiale: 0747 CONDOTTA SLOW FOOD RAVENNA Conto:  000149577
Coordinata IBAN: IT68D0538713102000000149577
Precisare “Saldo Versilia Slow

Per il pagamento potete recarvi anche direttamente alla banca.

Essendoci molto interesse da parte di tanti soci e per non creare malumori Le adesioni scritte vanno fatte entro martedi 12 ottobre 2021 e saranno accettate in ordine progressivo fino al numero massimo delle 20 persone

Info e Prenotazioni: Mauro Zanarini:  335 375212 / maurozanarini@gmail.com

IL PROGRAMMA

Venerdì 15  ottobre  2021 

Ore  6,30   ritrovo puntuali in Piazza Natalina Vacchi e partenza da Ravenna con auto proprie

Ore 10,00 Arrivo a Massaciuccoli. Siamo in Versilia, quell’angolo di Toscana stretto tra le Alpi Apuane e il mare, nella parte settentrionale della regione. A una manciata di chilometri dal frequentato lungomare di Viareggio, un’antica area palustre ospita una florida comunità animale e vegetale: è il Lago di Massaciuccoli, che con oltre 2.000 chilometri quadrati di superficie, forma la zona umida retrodunale più estesa della Toscana. Dall’altro capo del lago si trova il borgo di Torre del Lago, piccola frazione celebre per essere stato il rifugio del compositore Giacomo Puccini, che qui si trasferì in una villa oggi dedicata al museo che porta il suo nome.

Faremo una passeggiata nell’Oasi della Lipu www.oasilipumassaciuccoli.org e non avremo bisogno del cannocchiale per avvistare aironi porpora e cinerini, gli spettacolari tuffi del falco pescatore e quelli più eleganti del cavaliere d’Italia. Vedremo i vecchi capanni per la caccia nella botte di cui il maestro Puccini era un grande appassionato e prendeva parte a grandi battute di caccia alla folaga e alle anatre. Visiteremo l’area archeologica con con i resti di un’antica villa romana dove abbiamo uno degli scorci più incantevoli del lago.

Ore 12,00 Sosta alla “Tenuta Mariani Azienda Agricola” www.tenutamariani.it                            
Olio e vino sono i principali prodotti, l’azienda è certificata Biologica dal 2015.
La Tenuta è una proprietà familiare e si estende per circa 20 ettari sulle colline della Versilia, fra Massarosa e Massaciuccoli e sulla collina Lucchese di S Macario in Monte con oliveti (4,5 ettari), vigneti (8,5 ettari) e terreni seminativi a grani antichi (8 ettari) , sia di proprietà che in affitto, una casa colonica dove si trova anche l’Agriturismo e le cantine, con la sala degustazione. Particolarità dell’Azienda sono le Spumantizzazioni sia Metodo Classico che Charmat che da anni effettuano interamente nella loro azienda ed i loro Spumanti Metodo Classico “Segreto” e Metodo Charmat “Stile Segreto”, che vengono prodotti con parte del Pinot Nero e dello Chardonnay dei vigneti di Massaciuccoli, con il Sangiovese per il loro Rosé Metodo Classico, mentre dai vigneti di Villa Borbone a 800 metri dal mare nel Parco di Migliarino e S.Rossore nascono gli Spumanti di Spiaggia con Metodo Charmat.

Degustazione dei loro vini in abbinamento a prodotti locali

Ore 14,30 partenza per l’altra sponda del lago per goderlo dalla parte mare dove si trovano a Torre del Lago, Villa Puccini www.giacomopuccini.it e il Grande Teatro all’aperto.

Ore 15,30 ci trasferiamo a Viareggio. Quello di Viareggio è il Carnevale più bello e colto d’Italia e forse del mondo intero. Per capire come si realizzano i carri e le meravigliose maschere di cartapesta una visita è d’obbligo alla Cittadella del Carnevale, con il Carnevale appena finito.
http://viareggio.ilcarnevale.com/luoghi/la-cittadella Un grande parco urbano composto da 16 giganteschi hangar-laboratorio.
Poi con una bella passeggiata in viale Carducci, meglio conosciuta come “la passeggiata di Viareggio” il cui fascino è fatto di atmosfere impalpabili, ci delizieremo con per crogiolarsi al sole, per fare shopping, gustare un gelato ed ammirare l’eleganza del Liberty di Viareggio e un aperitivo al Gran Caffè Margherita il ritrovo più  à la page della passeggiata e un’icona del liberty(facoltativo).
Da vedere, in alternativa, il XVI Raduno Vele Storiche Viareggio, la flotta di barche d’epoca, classiche e tradizionali che, oltre ad affrontarsi in appassionanti regate in mare, daranno vita lungo le banchine di Viareggio al primo museo galleggiante della Versilia. Le imbarcazioni potranno essere infatti ammirate gratuitamente dal pubblico, che avrà l’opportunità di informarsi sulla loro storia
l’Associazione Vele Storiche Viareggio che organizza l’evento, ha l’obiettivo di valorizzare e promuovere lo spirito e la tradizione dello yachting d’epoca e del patrimonio storico e culturale che queste imbarcazioni rappresentano.

Ore 18,00 Arrivo a Pietrasanta e assegnazione camere presso Hotel Palagi www.hotelpalagi.it
Pietrasanta, amata dagli artisti di tutti i tempi attratti dalle cave di marmo di Carrara e dal sapiente lavoro degli artigiani locali. Fu rifugio privilegiato di Michelangelo e di Giorgio Vasari e, in epoca contemporanea, di Henry Moore, Pietro Cascella, Kan Yasuda, Arnaldo Pomodoro, Joan Mirò e Fernando Botero. A Pietrasanta La Fondazione Versiliana organizza il Festival La Versiliana e le attività culturali ad esso correlate.
Prima della cena passeggiata libera per il centro di Pietrasanta. Da vedere Piazza del Duomo, luogo deputato agli incontri e alle manifestazioni mondane. Interessante è il pianterreno dell’antico Palazzo Pretorio con ingresso trionfale da Porta Pisa.Quando vi troverete nel centro della piazza sarete rapiti dalla sua armonia e dalla candida facciata marmorea del trecentesco Duomo di San Martino.

Ore 20,30 Cena presso il CRO con l’accoglienza cordiale di Giovanni Panconi responsabile del Circolo.
Tra i tanti, anche troppi, locali modaioli che riversano i propri tavoli e tavolini per le strade del centro storico di Pietrasanta, questo autentico circolo ricreativo è davvero una mosca bianca, un’oasi di toscanità, un’osteria di altri tempi, un posto semplice, accoglienza spettacolare, atmosfera fuori dagli schemi, un punto di riferimento per la cucina locale
In occasione della presentazione del libro”Secondo Casadei, Romagna Mia ed io” che si e’ tenuta a Pietrasanta in Versilia con la presenza dei musicisti dell’Orchestra Casadei la Condotta di Ravenna e’ stata invitata dal CRO per organizzare una cena Romagnola a base di pesce. Presente alla serata l’Accademia dell’Acciuga, Slow Food Versilia e Slow Food Val di Vara. Grande successo.

Menù e vini Saranno comunicati a Breve. Sarà una cena molto importante

2 antipasti // due primi // secondo // dolce 

Al termine rientro in Hotel

Sabato 16  ottobre 2021

Ore 9,30 Partenza per visitare una cantina che fa parte di un gruppo di 18 produttori biodinamici “Lucca Biodinamica

Ore 10,30 Arriveremo a San Martino in Vignale per visitare la Cantina Fabbrica di San Martino www.fabbricadisanmartino.it presente nella Guida Slow Wine 2021 con il simbolo della bottiglia. Beppe Ferrua è interprete di una viticoltura sapiente dove gli olivi, il bosco e gli animali che pascolano sui campi erbosi sono elementi essenziale del lavoro agricolo svolto dall’azienda. Beppe nasce ristoratore con la Locanda Buatino, poi ha deciso di smettere di acquistarli ma di farseli per conto proprio come vignaiolo. Assaggeremo i suoi vini ricchi di energia, corroboranti e pieni di vitalità.

Ore 12,30 Sosta presso l’Azienda Valle del Sole Località La Cappella, www.valledelsole.eu uno dei produttori di Lucca Biodinamica, dove faremo una degustazione con pasta e fagioli, formaggi e salumi abbinati ai suoi vini. Presente nella Guida Slow Wine 2021 con il simbolo della bottiglia. La cantina è oggetto di una sorta di pellegrinaggio, tra affezionati clienti e ristoratori. Marco sta producendo vini davvero molto interessanti per identità, finezza e disposizione alla beva.
Al termine trasferimento a Lucca

Ore 15,00  Noleggeremo le biciclette e una guida ci accompagnerà nel giro completo delle Mura di Lucca, lunghe 4 km e larghe 30 metri che riescono a regalare ad ogni tratto uno scorcio diverso sui tetti, le torri, i campanili e i giardini della città.
Continueremo la nostra passeggiata per visitare un luogo singolare e carismatico: Piazza dell’Anfiteatro unica nella sua forma elittica e al posto di grandi vie di ingresso ci sono quattro piccole porte che consentono l’accesso. Visiteremo anche la Cattedrale di San Martino

Ore 20,00 Cena presso la Locanda Buatino chiocciola Slow Food. Storica trattoria-locanda a gestione familiare che esiste dal 1911. Filippo in sala e la mamma ai fornelli. I prodotti usati sono scelti con cura, prevalentemente da realtà locali.

Menù e vini Saranno comunicati a Breve. Sarà una cena molto importante, ma veramente importante

Rientro in Hotel

Domenica 17 ottobre 2021

Ore  9,30 Partenza con destinazione Alpi Apuane percorrendo tutto il litorale fino a Carrara

Ore 11,00 Nei tre bacini marmiferi delle Apuane carraresi si rivive ogni giorno l’estrazione del pregiato marmo di Carrara. Nelle gallerie delle montagne sventrate, a contatto con le pareti squadrate di roccia viva, si respira un’aria umida e frizzantina, si osservano i giochi di luce. Visiteremo il Bacino di Fantiscritti con la Galleria di Ravaccione n. 84  www.marmotour.com che fu scavata per la vecchia ferrovia e permette di entrare proprio nel ventre della montagna: qui sembra di trovarsi al centro di una gigantesca e rumorosa cattedrale del lavoro, con enormi ambienti dalle pareti squadrate che si prolungano per decine di metri. Il marmo è grigio perché è ancora sporco e bagnato, soltanto dopo qualche giorno all’aria aperta riacquista il candore naturale. Poi visiteremo il Museo di Fantiscritti che ci farà vivere un’esperienza unica. Situato in uno scenico panorama immerso nel bianco del marmo che rende unico questo luogo fatto di storia e di fatica dell’uomo. All’interno sculture a grandezza naturale mostreranno l’antico mestiere ma anche come viveva assieme alla famiglia fino al 1960. Ogni oggetto e reperto all’interno ha una storia da raccontare, 2000 anni di storia dell’arte e di vita sociale vissuta da questi Lavoratori. Durante la visita, ( durata 45 minuti), ci racconteranno le fasi dell’antica Lavorazione e trasporto del Marmo e soprattutto l’aspetto sociale, duro e faticoso affrontato da questi lavoratori, che hanno permesso nei secoli di estrarre il Marmo che troviamo in tutto il Mondo.

Ore 13,00 A pranzo ci fermeremo a Colonnata, minuscolo borgo, aggrappato ad uno sperone roccioso. Presso l’Osteria nella Pià www.osterianellapia.it assaggeremo piatti tipici. Cordialità e ambiente famigliare sono una delle caratteristiche di questo ristorante arroccato tra le Alpi Apuane e circondato dalla maestosità delle cave di marmo. L’osteria è stata ricavata da una vecchia casa del paese completamente ristrutturata. La cucina è quella tipica di Colonnata e il menù varia a seconda della fantasia della cuoca. Il lardo che usano è di loro produzione. Partiremo dai crostini di lardo e acciughe //per passare alla lasagna stornellata // a seguire baccalà in marinat e il Piatto dei Cavatori (patate e acciughe) Abbineremo un Vermentino di Luni e un rosso leggero della Lunigiana.

Per digerire una passeggiata tra gli stretti vicoli del paese per arrivare ad una Larderia dove ci spiegheranno come si produce il Lardo IGP di Colonnata: ricavato dal maiale, viene fatto stagionare per almeno sei mesi in conche di marmo di Carrara con sale, spezie ed erbe in proporzioni segretissime.

Ore 18,00  Partenza e rientro a Ravenna.
Ore 21,00  Arrivo a Ravenna.

Ci hanno aiutato nella realizzazione del programma gli amici Giovanni Panconi del Circolo CRO di Pietrasanta, Tommaso Ponzanelli dell’Accadema dell’Acciuga e Rosi Nicola Fiduciario Slow Food Versilia

Angela Ceccarelli
Fiduciaria Slow Food Ravenna   

Mauro Zanarini
Responsabile viaggi Slow Food Ravenna

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.